STRIKER – City Of Gold (2014)

StrikerFra i giovani gruppi dediti al più classico metallone, gli Striker sono uno dei nomi più celebrati. Il loro power metal tutto americano, discendente in linea diretta da Vicious Rumors e Riot (in particolare quelli con Tony Moore alla voce), ha la consistenza del granito e viaggia spesso e volentieri ad alta velocità. Squassante e senza fronzoli, City Of Gold è un disco che offre i suoi momenti più riusciti quando il metronomo sale: Underground, la title track, la micidiale All For One e Second Attack sono le bordate necessarie per ridare un po’ di linfa vitale al metal classico, dopo la dose quasi mortale di morfina inflittagli dagli ultimi Judas Priest. La voce di Dan Cleary, acuta e squillante, fa pensare ad un giovanissimo Bruce Dickinson, e canta con scioltezza melodie epiche quanto cattive. Un difetto? E’ presto detto, il suono, che casca nel comune errore del cosplay metallico. Una produzione un po’ vintage come questa finisce per smorzare il potenziale offensivo dei giovani canadesi, che però arrivano lo stesso a fine disco ancora in forze. E noi con loro. Bravi!

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in City of Gold, Generi, Power Metal, Power Metal Americano, Recensioni, Striker

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...